se condividi i nostri obiettivi, sostienici !!!!!

Newsletter  

Ricevi aggiornamenti su attività e dal blog Bilinguismo:istruzioni per l'uso !

Italobimbi aderisce a  

Partner  

 

Colora le regioni italiane!

Disegni delle cartine dell'Italia da colorare

Garibaldi

PDFStampaE-mail

Poiché i nostri piccoli allievi si sono appassionati alla storia del Risorgimento e ci hanno chiesto chi era Garibaldi, abbiamo dedicato questa lezione  all'eroe dei due mondi.

Ecco una breve e facile biografia del nostro eroe a misura di bambini e un esercizio di comprensione del testo a scelta multipla.

Giuseppe Garibaldi nacque a Nizza nel 1807.

Fin da piccolo preferì l’avventura allo studio, con dispiacere dei suoi genitori che volevano diventasse dottore o avvocato, e all’età di 16 anni si imbarcò come marinaio.

Era un grande romantico e decise di dedicare tutta la sua vita agli ideali della libertà e dell’indipendenza. Combatté anche nell’America latina e per questo fu chiamato “l’eroe dei due mondi”. Ecco spiegato perché nei ritratti lo vediamo sempre con il poncho.

Più tardi si avvicinò al movimento patriottico di Mazzini “La giovine Italia”, per l’indipendenza dell’Italia unita.

I Savoia gli dettero nel 1860 l’autorizzazione a formare un gruppo di volontari, che passarono poi alla storia come i Mille, per conquistare il regno delle due Sicilie e annetterlo al Piemonte. I Mille venivano anche chiamati “giubbe rosse”, perché le loro camicie erano rosse. Volete sapere perché? Pare che quando si trovava in Argentina, a Buenos Aires, Garibaldi aveva acquistato a un prezzo scontatissimo le divise da lavoro degli operai di un’industria della carne, che erano appunto rosse. Questo colore poi piaceva particolarmente a Garibaldi, perché simboleggiava il coraggio.

La spedizione dei Mille

Garibaldi partì da Quarto con due piroscafi e per il primo rifornimento si fermò a Talamone, in Toscana.

Dopo 4 giorni, i Mille sbarcarono senza problemi a Marsala.

A Calatafimi fu vinta la prima battaglia, poi i Mille proseguirono per Palermo, conquistata senza problemi. Proseguirono poi il viaggio per la Calabria, sbarcarono a Melito e dopo continuarono la spedizione verso nord, fermandosi a Napoli, dove furono ben accolti dalla popolazione.

Infine arrivarono a Teano, dove vinsero la battaglia e là si fermarono per ordine del re Vittorio Emanuele II.

 

Domande a scelta multipla

1)  Garibaldi da grande voleva fare l’avvocato

Garibaldi amava l’avventura

Garibaldi era indeciso tra l’avventura e lo studio

2) Garibaldi indossava sempre:

giacca e cravatta

la divisa dell’esercito di Savoia

il poncho

3) I Mille avevano le giubbe:

rosse

verdi

arancioni

4) I Mille partirono da:

Primo

Quinto

Quarto

5) A Teano Garibaldi incontrò:

Mazzini

Vittorio Emanuele II

Vittorio Emanuele II e Mazzini

 

risorse online:

time map http://www.educational.rai.it/timemap/

http://www.ufottoleprotto.com/garibaldi_1.htm

gioco di Garibaldi http://www.italia150.rai.it/gdm_facile.html

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Luglio 2011 11:53 Scritto da Daniela Mercoledì 30 Marzo 2011 18:01
 

Italobimbi festeggia i 150 anni dell’unità d’Italia

PDFStampaE-mail

Oggi a Italobimbi abbiamo partecipato ai festeggiamenti per l’unità d’Italia. Prendendo spunto da un suggerimento del sito edizioni Guerra http://www.guerraedizioni.com e dall’inno di Mameli,  abbiamo parlato di storia del Risorgimento, ma anche dell’antica Roma (Scipione) approfondendo,  come sempre, anche un po’ di grammatica.

Prima abbiamo spiegato alle nostre 2 classi perché il 17 marzo abbiamo festeggiato l’unità d’Italia (elementi linguistico-culturali e storici).

Poi abbiamo parlato dei patrioti, raccontando la storia del povero Mameli che, fedele ai suoi  ideali, perse la vita sul campo di battaglia a soli 22 anni (elementi linguistico-culturali e storici).

Abbiamo poi ascoltato l’inno nazionale una prima volta. Ne abbiamo spiegato e analizzato le parole più difficili e i riferimenti  storici (elementi linguistico-culturali).

L’abbiamo riascoltato una seconda volta  &feature=related e abbiamo fatto il karaoke tutti insieme (componente ludo-pedagogica)

Con gli allievi del secondo gruppo, abbiamo dedicato una parte della lezione a una produzione scritta consistente nel completare le parti mancanti dell’inno (elementi lessico-grammaticali).

Con gli allievi di tutte e due le classi, abbiamo analizzato alcuni termini militari e spiegato il loro significato. Abbiamo poi fatto un gioco che consisteva nel mettere in pratica gli ordini del lessico militare appena appresi.  (componente ludo-pedagogica).

Abbiamo riletto l’inno e analizzato i verbi al passato remoto, oralmente con i più piccoli, per iscritto con i più grandi (elementi lessico-grammaticali).

Con i più grandi abbiamo fatto un gioco che consisteva nel creare una storia tutti insieme partendo dal tema di Garibaldi e della storia d’Italia.

E infine, seguendo il suggerimento delle edizioni Guerra abbiamo mostrato ai bambini il video della pubblicità di una nota marca di calze sulla canzone “sorelle d’Italia” e abbiamo così spiegato ai ragazzi, in un linguaggio mediatico a loro congeniale le figure retoriche e le personificazioni. Nel video vengono infatti rappresentate l’Italia, Scipione, e la Vittoria .

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Luglio 2011 11:53 Scritto da Daniela Mercoledì 30 Marzo 2011 17:47
   

Pagina 3 di 3

<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>
   
| Giovedì, 24. Agosto 2017 || Joomla || Web Agency: Dazo.it Template: LernVid.com |